• camminomariano at gmail dot com

Ultima Cena Ponte Capriasca

Ultima Cena Ponte Capriasca

L'Ultima Cena che si trova nella chiesa di sant'Ambrogio a Ponte Capriasca è una copia del dipinto che si trova nel refettorio della chiesa di Santa Maria delle Grazie a Milano dipinta da Leonardo Da Vinci.

L'affresco ticinese è tra i migliori conservati nelle varie copie sparse nei territori frequentati dagli allievi di Leonardo.

La differenza principale è che ogni personaggio ha il proprio nome scritto e la visita dalle due finestre è differente rispetto all'originale. In esse si vede il sacrificio di Isacco e la preghiera al Getsemani.

Oltre al grande valore artistico e culturale l'importanza dell'ultima cena nella cristianità.

Gesù istituisce il mistero dei Santi Doni con il corpo e il sangue, attraverso il pane e il vino consacrati simbolo della sua eterna presenza e della salvezza offerta a molti ma non tutti.




Matteo De-Gasperi

Matteo De-Gasperi Pellegrino dal 1993 alle GMG di Denver, CO al seguito di Monsignor Corecco. Per poi proseguire verso altri luoghi spirituali da Fatima a Czestochowa, da Lourdes a Velainkanni. Come pellegrinaggi in terra ortodossa dalla Lavra di Kyiv al monastero di San Giovanni a Rila. Dal Monte Athos a Patmos. Proseguo i miei studi autonamente. Passo la maggior parte del mio tempo tra il Ticino e i monasteri greci.




Articoli Che Potrebbero Interessarti

Tappa Lugano centro Convento del Bigorio

Tappa Lugano centro Convento del Bigorio

Tappa Lugano centro Convento del Bigorio. Dalla chiesa di San Nicolao patrono della Svizzera si continua verso la via San Gottardo fino a Crocefisso di Savosa per poi salire a Porza, oppure svolatare al sole percorrendo le strade secondarie passando al lato del parco Vira e arrivare a Porza paese. Dalla chiesa di Porza scendere verso Cureglia prendendo la via Merter, alla Monda, Orti di Gaggio. Proseguire sulla strada cantonale fino al Parco Rusca, vistare la chiesa parrocchiale di Cureglia con le reliquie di San Charbel Makhlouf, la Madonna Polacca, la Madonna della Cintura. Proseguire verso Origlio dopo il tennis via Mottarello. Detour possibile per la chiesa di San Giorgio (informarsi sugli orari apertura). Salire a Ponte Capriasca visitare la Chiesa di Sant'Ambrogio con l'Ultima Cena. Continuare sulla strada e sentiero fino a raggiungere il convento del Bigorio.

Continua a Leggere
Reliquia di San Charbel a Cureglia

Reliquia di San Charbel a Cureglia

Nel 1989 è stato inaugurato il nuovo altare della chiesa parrocchiale di Cureglia.Nella cerimonia sono state murate delle sante reliquie tra cui quelle di San Charbel Makhlouf. Il santo eremita monaco dell'ordine della chiesa maronita nato nel 1828 nella montagna libanese nel villaggio più alto del Libano che domina la Valle Santa, la Qaddisha. Fin da piccolo si distingue dagli altri per la sua profonda fede. Nel 1851 entra in seminario nel 1853 viene ordinato con il nome Charbel martire antiocheno della città di Edessa. Prosegue gli studi teologici a Kfifane sotto l'occhio attento del suo professore San Nemtallah al Hardini.Per 16 anni rimane nel monastero di San Maroun. Nel 1875 riceve il permesso per poter occupare l'eremo di San Pietro e Paolo. Il 24 dicembre 1898 ritorna alla casa del Padre. Il suo corpo rimane intatto per molti decenni. I miracoli ottenuti grazie alla sua intercessione non si contanto. Il 22 di ogni mese in commemorazione del miracolo a Nohad El Shami. Altri santi maroniti sono: - San Giovanni Maroun primo patriarca. - Santa Rafqa - San Nemtallah al Haridini - Beato Esphan Nehmé - Venerabile Abouna Antoun San Maroun santo monaco eremita morì nel 410 a Brad. Venerato da tutte le chiese che permettono il culto dei santi. San Giovanni Crisostomo gli scriveva per chiedergli consigli. I maroniti erano ispirati dal suo modo di vivere e praticare la fede cristiana prima di essere latinizzati con forza dal tempo delle crociate fino ad oggi. Insieme alle reliquie di San Charbel a Cureglia ci sono anche i frammenti di questi santi: - San Felice, primo Vescovo di Como. - Santa Clelia Barbieri, vergine, fondatrice delle Suore Minime dell’Addolorata. - Santa Beatrice de Silva, vergine, fondatrice dell’Ordine delle Concezioniste. - Santa Margherita Bourgeois, vergine, fondatrice della Congregazione di Nostra Signora. - Beato Pietro Berno di Ascona, martire.

Continua a Leggere
Letture per il cammino

Letture per il cammino

Essendo un cammino dedicato alla Madre di Dio per chi volesse approfondire il mistero di Maria mi permetto di segnalare alcune letture: Trattato sulla vera devozione alla Vergine Maria di Louis Marie Grignion de Monfort. Un capolavoro in assoluto sulla devozione alla Santissima Maria. Le Glorie di Maria di Sant'Alfonso de Liguori. Un classico della letteratura mariana scritto nel 1750 e a tutt'oggi molto attuale. Tratta dei dogmi mariani nel cattolicesimo e del significato di Maria per ogni credente. L'Akathistos alla Madre di Dio è una preghiera della tradizione dei cristiani orientali. Tra le più amate. Nel mondo cattolico chi lo prega riceve l'indulgenza. Non sono a tema mariano ma sono comunque delle letture rilevanti per i pellegrini. Racconti di un Pellegrino Russo, autore anonimo. Parla della preghiera del cuore. La Philokalia con i detti dei Padri del Deserto. Un classico.

Continua a Leggere
Rosari, coroncine e chotki annodati a mano

Rosari, coroncine e chotki annodati a mano

Rosari, coroncine e chotki annodati a mano Chi desiderasse acquistare un rosario o un chotki annodato a mano in grani di legno di ulivo oppure legno colorato semplicemente invii la propria richiesta per ulteriori informazioni con i dettagli della propria preferenza attraverso il formulario di contatto o per email. Vi ricontatterò con tutte le opzioni e costi. Annodo qualsiasi tipo di rosario, coroncina e chotki secondo la tradizione cristiana.

Continua a Leggere